Login

-Chi siamo

Il progetto coordinato da Caterina Arcidiacono, prof. di psicologia di comunità nasce nell’ambito del Dottorato di Studi di Genere della Università Federico II di Napoli e del Dottorato Human mind e gender studies. Il Dottorato di “Studi di genere” della Università Federico II ha per obiettivo la formazione culturale e metodologica di studiosi/e che possano approfondire le conoscenze di genere e diffondere una politica di pari opportunità in tutti gli ambiti decisionali, di lavoro, economici e sociali della realtà europea ed internazionale. Il dottorato interpolo in Studi di Genere, unico in Italia, è a carattere interdisciplinare ed ha come finalità la formazione di dottori di ricerca in grado di affrontare temi inerenti la storia, la letteratura, la filosofia e la psicologia con una ben solida competenza di genere. L’interdisciplinarietà del percorso formativo offre contemporaneamente metodologie di analisi storiche, filosofiche, letterarie e psicologiche, così da garantire un valore aggiunto all’offerta formativa. Gli sbocchi professionali sono relativi sia alla cooptazione scientifica dei ricercatori che abbiano competenze di genere in università, Enti di Ricerca e Organismi Pubblici sia alla cooptazione nelle Istituzioni Educative di professionisti che abbiano competenze di genere da spendere nei percorsi educativi.

Gli obiettivi formativi sono finalizzati all’acquisizione di competenze per:

  • studiare e analizzare i processi di mainstreaming delle pari opportunità e delle misure positive volte a ridurre il gender gap e alla diffusione delle buone pratiche;
  • sviluppare il trasferimento di conoscenze applicate ai servizi di prossimità (famiglie, persone, comunità) e all’ampliamento e miglioramento delle strutture civili e sociali;
  • rafforzare i processi di innovazione nell’aiuto ai servizi alle persone, alle famiglie e alla comunità (infrastrutturazione civile e culturale);
  • promuovere il miglioramento dell’efficienza dell’amministrazione, dei suoi processi decisionali e delle sue procedure, nonché la qualità dei servizi e le strutture del sistema formativo e scolastico in relazione all’assunzione del metodo del mainstreaming di genere e dell’empowerment femminile;
  • collaborare a iniziative di nuova occupazione attraverso la valorizzazione di luoghi legati a tradizioni (culturali, artigianali, artistiche) ed eventi immateriali, personaggi, vita di scrittrici, tradizioni locali) legati a saperi del femminile e di gruppi minoritari;
  • agire contro l’emarginazione e la devianza giovanile attraverso la promozione di educazione e di formazione inerente le problematiche che hanno specifiche connotazione di genere.

Ci puoi contattare e seguire su:

www.genderstudiesphd.unina.it

Mind, Gender and Languages

Facebook

phdgenderstudies@gmail.com

caterina.arcidiacono@unina.it

 

Autenticazione
User
Password

 

Blog
Segui il nostro Blog su Facebook
 
Griglia di valutazione Beldì